Cytisus nigricans

Il citiso scuro è una delle numerose piante comunemente chiamate ginestre. Possiede la caratteristica peculiare di annerire quando viene seccata, in particolare durante la preparazione dei campioni d’erbario. Verosimilmente, investigando un individuo divenuto nero, a Linneo venne l’idea di chiamarlo così, il citiso annerente.

Il nome del genere fu utilizzato già da Plinio, la sua etimologia rimane tuttavia incerta. L’epiteto nigricans, significa che annerisce o nereggiante e si riferisce al fatto che tutte le parti della pianta diventano nere se essiccate. In italiano si chiama citiso scuro o citiso annerente.

 

È un arbusto appartenente alla famiglia delle Fabaceae, alto 30-100 cm, talvolta fino a 150 cm, molto ramificato, con rami cilindrici, ascendenti o eretti.

Le radici sono in grado di germogliare e dai ricacci si possono formare dei piccoli popolamenti clonali. Le foglie sono picciolate, trifogliolate, con foglioline lunghe 1-2 cm, da ovali a lanceolate, con il margine intero (non seghettate) e peli applicati sulla pagina inferiore. I fiori sono gialli, lunghi circa 1 cm e disposti in un lungo grappolo, eretto e situato all’apice dei rami. I pedicelli florali sono 1-2 volte più lunghi del calice, il quale è peloso. Il frutto è un baccello lungo 2-3 cm, ricoperto di peli applicati. Fiorisce nei mesi di giugno e luglio.

 

Specie del centro Europa e dell’Europa orientale, è diffusa dalla Francia alla Russia, e dall’Italia centro-settentrionale e dal nord della Grecia fino al sud della Scandinavia. In Svizzera è presente in Vallese nella valle di Gondo, nell’estremo nord della catena del Giura nei cantoni Argovia e Sciaffusa, con qualche stazione anche nei cantoni Turgovia e Zurigo nonché nelle valli meridionali dei Grigioni e in Ticino.

 

Cresce in luoghi secchi e caldi nelle foreste rade, lungo i margini boschivi, nei cespuglieti e nelle brughiere, su suoli ricchi in scheletro minerale, dal fondovalle fino a circa 1000 m di altitudine. Iscritta nella lista Rossa Svizzera e in quella del sud delle Alpi con l’indice NT (potenzialmente minacciata), è una specie protetta nei cantoni Zurigo e Argovia.

 

Assieme a numerose specie dei generi Genista, Spartium e Ulex, le specie di Cytisus vengono comunemente chiamate con il termine generico di ginestra. Per il grande contenuto di composti polifenolici, il citiso scuro è considerato un’importante fonte potenziale di questi antiossidanti naturali per gli usi farmaceutici.

 

Testo e foto Nicola Schoenenberger
Maggiori informazioni su infoflora  e dryades

Cytisus nigricans Sentiero di Gandria
Cytisus nigricans, Gordevio
Cytisus nigricans, Gordevio
Cytisus nigricans, Gordevio
Cytisus nigricans, Giornico

Scopri la natura in città, gli alberi da frutto di antiche varietà, le piante rare del Sentiero di Gandria, i giardini tematici e i nostri progetti, vecchi e nuovi.

Aiuole perenni   
Alberi urbani   
Fauna urbana   
Flora urbana   






Frutteti urbani   
Zucche, orti e giardini   
Giardino degli odori   
Un orto in centro città   


A piedi lungo il fiume   
Farfalle in città, concorso   
Il giardino in città, concorso   
Il verde che arreda   
L'acqua del rubinetto è buona   
Pirateria botanica