Dalla A alla Z, i nostri post dedicati alle piante più interessanti che incontriamo a Lugano, o nei dintorni. I testi sono scritti da botaniche e botanici professionisti o confezionati dalla redazione di Lugano al verde con la loro collaborazione.

A

Filipendula vulgaris Moench

19.05.2017
Giardini tematici

Nel Medioevo, le dame inglesi cospargevano i pavimenti delle case con le sue vaporose infiorescenze per profumare gli ambienti e mascherare i cattivi odori. È ora in fiore al Giardino degli odori.

I fiori dell’olmaria peperina emanano un profumo mieloso e dolcemente mandorlato, apprezzato anche da farfalle e insetti. Le foglie e le radici esalano invece un aroma fresco e mentolato simile a quello dell’olio di wintergreen: un preparato ricco in salicilato di metile, estratto dalle foglie di una pianta nordamericana (Gaultheria procumbens) con proprietà antinfiammatorie, usato per curare i dolori ai muscoli e alle articolazioni. Proprietà officinali per cui è nota anche la sorella della olmaria peperina, l’olmaria comune o regina dei prati (F. ulmaria). Tra gli usi dell’olmaria, vi sono anche quelli culinari: radici e foglie fungono da ottima aggiunta per insalate e minestre, mentre i fiori sono adoperati per conferire a dolci, frutta e bevande un gradevole sapore dolciastro. Immersi per alcune ore in un liquido (latte, panna o vino) lo rendono profumato.